Guida ai vini del veneto

I tredici Vini doc dei colli euganei

Splendida terra di bellezze naturali e paesaggistiche, la zona dei Colli Euganei è anche terra di grandi vini. anche se la quantità prodotta non è elevata, la qualità è senz'altro di altissimo livello. I vini a denominazione di origine controllata sono 13: Bianco, Cabernet franc, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Fior d'Arancio, Merlot, Moscato, Novello, Pinello, Pinot Bianco, Rosso, Serprino e Tocai Italico. Diamo di seguito alcune informazioni relative ai singoli vini, con le loro caratteristiche, gli abbinamenti ideali, le temperature di servizio ed il tipo di bicchiere da usare.
 
Vitigno: Tocai Italico.
Sembra quasi certo che questo vitigno sia stato esportato dall'Italia in Ungheria, e non viceversa, come molti ancora credono, intorno al XI° secolo.
Caratteristiche: ha colore paglierino e profuma delicatamente di fiori di campo e di foglie di pesco, mentre il sapore è secco ed abboccato, morbido, armonico, vellutato, in cui si coglie un tenue retrogusto amarognolo.
Abbinamenti consigliati: si accompagna con tutti i risotti primaverili, gli ortaggi saporiti, i molluschi, i crostacei ed i pesci in genere.
Temperatura di servizio: 10 gradi.
 
 
 
Vitigno: Serprino.
Di origine incerta, è considerato sinonimo di Prosecco. Predilige i terreni di collina, dove viene ad acquistare notevoli caratteri di tipicità.
Caratteristiche: vino frizzante dal bel colore giallo paglierino, pallido e brillante, ha un profumo fresco e delicato con nette sensazioni di fruttato, mentre il sapore è allegro ed asciutto.
Abbinamenti consigliati: per la sua freschezza è il classico vino da fuori pasto, ideale anche come aperitivo. Si abbina agli antipasti magri, ed alle preparazioni leggere di pesce di mare  e d'acqua dolce.
Temperatura di servizio: 6 gradi.
 
 
 
Vitigno: Uvaggio di Merlot (due terzi circa), Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Barbera e Raboso veronese.
Caratteristiche: il colore, rubino in gioventù, invecchiando acquista riflessi granata, fino a raggiungere il color mattone; il suo odore è gradevolmente vinoso, con profumo tipico, caratteristico, persistente, mentre il sapore è generoso, caldo, rotondo, sapido.
Abbinamenti consigliati: da giovane si sposa bene con minestre asciutte, bolliti umidi, arrosti di carni bianche e pollame, invecchiato accompagna selvaggina e cacciagione.
Temperatura di servizio: 18 gradi.
 
 
 
Vitigno: Pinot Bianco. Vitigno di grande pregio dalle origini antichissime; deriva da una mutazione genetica del Pinot nero e trova nella collina e nei terreni asciutti il suo habitat.
Caratteristiche: il colore è bianco paglierino chiaro con riflessi verdognoli, il profumo fine e delicato di sottobosco. Ha retrogusto di mandorla amara, sapore vellutato, gradevolmente secco.
Abbinamenti consigliati: accompagna piatti di pesce in bianco o con salse delicate, le minestre asciutte ed in brodo.
Temperatura di servizio: 10 gradi.
 
 
 
Vitigno: Pinello.
È un vitigno autoctono, da sempre utilizzato per il taglio del Bianco, mentre ora viene lavorato in purezza ottenendo pregevoli risultati. Si presta alla lavorazione dei frizzanti.
Caratteristiche: vino di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, profumo tipico intenso, caratteristico, sapore secco, acidulo, di buona persistenza.
Viene servito anche come frizzante.
Abbinamenti consigliati: vino da aperitivo, si accompagna a pesce, carni bianche e anche grasse; nella versione frizzante serve da tutto pasto ed a ogni ora.
Temperatura di servizio: 12 gradi.
 
 
 
Vitigno: uvaggio di Barbera, Cabernet, Merlot e Raboso.
Il Novello è apparso in Italia sul finire degli anni Settanta e rappresenta oggi un importante settore dell'enologia veneta. Quello dei Colli Euganei è uno dei due Novelli D.O.C. del Veneto (con il Bardolino).
Caratteristiche: piacevole, fresco, allegro, ha un bel colore rosso rubino violaceo, fruttato non tannico, con aroma intenso e caratteristico.
Abbinamenti consigliati: tipico per i piatti autunnali a base di funghi, carni bianche e frutta secca.
Temperatura di servizio: 16 gradi.
 
 
 
Vitigno: Moscato bianco.
È originario del bacino orientale del Mediterraneo e si è sviluppato in seguito soprattutto in Piemonte e nei Colli Euganei.
Caratteristiche: di colore giallo paglierino con riflessi dorati, è caratterizzato dall'inconfondibile sapore moscato, delicato e soave. Lo si può trovare nel tipo spumante o come vino tranquillo dal gusto dolce: aromatico e intenso.
Abbinamenti consigliati: si sorseggia ovunque a tutte le ore preferibilmente accompagnadolo con dolci secchi o biscotti.
Temperatura di servizio: 6 gradi.
 
 
 
Vitigno: Merlot. Di origine francese, è stato importato dalla Gironda.
Petìt-Laffite, uno studioso, attribuisce l'origine del nome al colore intenso delle piume del merlo, o anche alla particolare preferenza che il merlo ha per quest'uva.
Caratteristiche: ha colore rosso rubino più o meno carico, leggermente granato se invecchiato; il sapore è moderatamente secco o abboccato, il profumo gradevole, caratteristico: ricorda quello del mirtillo e del lampone.
Abbinamenti consigliati: arrosti in genere, di carni rosse e bianche, salumi, verdure saporite, carne in umido, cacciagione.
Temperatura di servizio: 18 gradi.
 
 
 
Vitigno: Moscato giallo, della zona denominato Fior D'Arancio.
Caratteristiche: è uno spumante di colore giallo paglierino con riflessi dorati, dal profumo persistente, intenso, tipico dell'uva che ricorda i profumi citrini; il suo sapore è dolce ed equilibrato, piacevolmente aromatico. Lo si può trovare nella versione dolce o passito.
Abbinamenti consigliati: lo spumante si accompagna preferibilmente a dolci di pasta sfoglia, focacce e crostate di frutta; il passito preferisce la pasticceria secca ed i biscotti.
Temperatura di servizio: 6 gradi per lo spumante, 18 per il passito.
 
 
 
Vitigno: Chardonnay.
Proviene dalla Francia e dà vita ad ottimi spumanti.
Caratteristiche: di buona gradazione e di acidità fissa abbastanza alta, fine, elegante, dal profumo delicato che ricorda la mela golden e i fiori di tuberosa.
Il sapore è composito, ma molto armonioso: ricorda il miele, l'acacia e la liquirizia.
È asciutto, snello ed invitante.
Abbinamenti consigliati: ottimo come aperitivo e fuori pasto, con gli antipasti di verdure o di pesce; con le minestre asciutte ed in brodo, i risotti alle erbe ed i piatti di pesce leggero.
Temperatura di servizio: 8 gradi.
 
 
 
Vitigno: Cabernet Sauvignon.
Proviene dall'area francese della Gironda, ed è presente nel Veneto dall'Unità d'Italia. È uno dei gioielli dell'enologia mondiale.
Caratteristiche: colore rosso rubino intenso con riflessi violacei, tende invecchiando al granato. Profumo tipico e vinoso, leggermente erbaceo, con in giovinezza sfumature di lampone.
Invecchiando si affina, diventando più gentile e delicato.
Abbinamenti consigliati: è un classico vino tutto da pasto, sposa gli arrosti, il pollame, la cacciagione, i formaggi invecchiati ed a pasta dura.
Temperatura di servizio: 18 gradi.
 
 
 
Vitigno: Cabernet Franc.
Di origine francese, è presente sui Colli dal 1870, a Lispida. Può essere vinificato in purezza o in uvaggio al massimo del 10%, da aggiungere al Cabernet Sauvignon e/o al Merlot.
Caratteristiche: odore e sapore erbaceo ben persistente, colore rosso rubino intenso o rosso sangue; con l'invecchiamento assume riflessi granata.
Abbinamenti consigliati: sposa le carni di pollame nobile, la cacciagione, gli arrosti ed i formaggi stagionati. Invecchiato, prolunga il piacere della tavola, come vino da meditazione.
Temperatura di servizio: 18 gradi
 
 
 
Vitigno: Uvaggio di Garganega, Serprina e Tocai in percentuali pressoché uguali, con piccole quantità di Pinot bianco, Riesling Italico, Pinello e Chardonnay.
Caratteristiche: colore giallo paglierino, profumo gradevole e delicato che ricorda il gelsomino, sapore secco o amabile, sapido, morbido, pieno, fine e delicato.
Abbinamenti consigliati: ottimo come "bicchiere" fuori pasto, si sposa felicemente con antipasti magri all'italiana, minestre, pesce in genere e formaggi a pasta fresca.
Temperatura di servizio: 10 gradi.