Guida ai vini del veneto

I tredici Vini doc dei colli euganei

Splendida terra di bellezze naturali e paesaggistiche, la zona dei Colli Euganei è anche terra di grandi vini. anche se la quantità prodotta non è elevata, la qualità è senz'altro di altissimo livello. I vini a denominazione di origine controllata sono 13: Bianco, Cabernet franc, Cabernet Sauvignon, Chardonnay, Fior d'Arancio, Merlot, Moscato, Novello, Pinello, Pinot Bianco, Rosso, Serprino e Tocai Italico. Diamo di seguito alcune informazioni relative ai singoli vini, con le loro caratteristiche, gli abbinamenti ideali, le temperature di servizio ed il tipo di bicchiere da usare.
 
Vitigno: Tocai Italico.
Sembra quasi certo che questo vitigno sia stato esportato dall'Italia in Ungheria, e non viceversa, come molti ancora credono, intorno al XI° secolo.
Caratteristiche: ha colore paglierino e profuma delicatamente di fiori di campo e di foglie di pesco, mentre il sapore è secco ed abboccato, morbido, armonico, vellutato, in cui si coglie un tenue retrogusto amarognolo.
Abbinamenti consigliati: si accompagna con tutti i risotti primaverili, gli ortaggi saporiti, i molluschi, i crostacei ed i pesci in genere.
Temperatura di servizio: 10 gradi.
 
 
 
Vitigno: Serprino.
Di origine incerta, è considerato sinonimo di Prosecco. Predilige i terreni di collina, dove viene ad acquistare notevoli caratteri di tipicità.
Caratteristiche: vino frizzante dal bel colore giallo paglierino, pallido e brillante, ha un profumo fresco e delicato con nette sensazioni di fruttato, mentre il sapore è allegro ed asciutto.
Abbinamenti consigliati: per la sua freschezza è il classico vino da fuori pasto, ideale anche come aperitivo. Si abbina agli antipasti magri, ed alle preparazioni leggere di pesce di mare  e d'acqua dolce.
Temperatura di servizio: 6 gradi.
 
 
 
Vitigno: Uvaggio di Merlot (due terzi circa), Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon, Barbera e Raboso veronese.
Caratteristiche: il colore, rubino in gioventù, invecchiando acquista riflessi granata, fino a raggiungere il color mattone; il suo odore è gradevolmente vinoso, con profumo tipico, caratteristico, persistente, mentre il sapore è generoso, caldo, rotondo, sapido.
Abbinamenti consigliati: da giovane si sposa bene con minestre asciutte, bolliti umidi, arrosti di carni bianche e pollame, invecchiato accompagna selvaggina e cacciagione.
Temperatura di servizio: 18 gradi.
 
 
 
Vitigno: Pinot Bianco. Vitigno di grande pregio dalle origini antichissime; deriva da una mutazione genetica del Pinot nero e trova nella collina e nei terreni asciutti il suo habitat.
Caratteristiche: il colore è bianco paglierino chiaro con riflessi verdognoli, il profumo fine e delicato di sottobosco. Ha retrogusto di mandorla amara, sapore vellutato, gradevolmente secco.
Abbinamenti consigliati: accompagna piatti di pesce in bianco o con salse delicate, le minestre asciutte ed in brodo.
Temperatura di servizio: 10 gradi.
 
 
 
Vitigno: Pinello.
È un vitigno autoctono, da sempre utilizzato per il taglio del Bianco, mentre ora viene lavorato in purezza ottenendo pregevoli risultati. Si presta alla lavorazione dei frizzanti.
Caratteristiche: vino di colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, profumo tipico intenso, caratteristico, sapore secco, acidulo, di buona persistenza.
Viene servito anche come frizzante.
Abbinamenti consigliati: vino da aperitivo, si accompagna a pesce, carni bianche e anche grasse; nella versione frizzante serve da tutto pasto ed a ogni ora.
Temperatura di servizio: 12 gradi.
 
 
 
Vitigno: uvaggio di Barbera, Cabernet, Merlot e Raboso.
Il Novello è apparso in Italia sul finire degli anni Settanta e rappresenta oggi un importante settore dell'enologia veneta. Quello dei Colli Euganei è uno dei due Novelli D.O.C. del Veneto (con il Bardolino).
Caratteristiche: piacevole, fresco, allegro, ha un bel colore rosso rubino violaceo, fruttato non tannico, con aroma intenso e caratteristico.
Abbinamenti consigliati: tipico per i piatti autunnali a base di funghi, carni bianche e frutta secca.
Temperatura di servizio: 16 gradi.
 
 
 
Vitigno: Moscato bianco.
È originario del bacino orientale del Mediterraneo e si è sviluppato in seguito soprattutto in Piemonte e nei Colli Euganei.
Caratteristiche: di colore giallo paglierino con riflessi dorati, è caratterizzato dall'inconfondibile sapore moscato, delicato e soave. Lo si può trovare nel tipo spumante o come vino tranquillo dal gusto dolce: aromatico e intenso.
Abbinamenti consigliati: si sorseggia ovunque a tutte le ore preferibilmente accompagnadolo con dolci secchi o biscotti.
Temperatura di servizio: 6 gradi.
 
 
 
Vitigno: Merlot. Di origine francese, è stato importato dalla Gironda.
Petìt-Laffite, uno studioso, attribuisce l'origine del nome al colore intenso delle piume del merlo, o anche alla particolare preferenza che il merlo ha per quest'uva.
Caratteristiche: ha colore rosso rubino più o meno carico, leggermente granato se invecchiato; il sapore è moderatamente secco o abboccato, il profumo gradevole, caratteristico: ricorda quello del mirtillo e del lampone.
Abbinamenti consigliati: arrosti in genere, di carni rosse e bianche, salumi, verdure saporite, carne in umido, cacciagione.
Temperatura di servizio: 18 gradi.
 
 
 
Vitigno: Moscato giallo, della zona denominato Fior D'Arancio.
Caratteristiche: è uno spumante di colore giallo paglierino con riflessi dorati, dal profumo persistente, intenso, tipico dell'uva che ricorda i profumi citrini; il suo sapore è dolce ed equilibrato, piacevolmente aromatico. Lo si può trovare nella versione dolce o passito.
Abbinamenti consigliati: lo spumante si accompagna preferibilmente a dolci di pasta sfoglia, focacce e crostate di frutta; il passito preferisce la pasticceria secca ed i biscotti.
Temperatura di servizio: 6 gradi per lo spumante, 18 per il passito.
 
 
 
Vitigno: Chardonnay.
Proviene dalla Francia e dà vita ad ottimi spumanti.
Caratteristiche: di buona gradazione e di acidità fissa abbastanza alta, fine, elegante, dal profumo delicato che ricorda la mela golden e i fiori di tuberosa.
Il sapore è composito, ma molto armonioso: ricorda il miele, l'acacia e la liquirizia.
È asciutto, snello ed invitante.
Abbinamenti consigliati: ottimo come aperitivo e fuori pasto, con gli antipasti di verdure o di pesce; con le minestre asciutte ed in brodo, i risotti alle erbe ed i piatti di pesce leggero.
Temperatura di servizio: 8 gradi.
 
 
 
Vitigno: Cabernet Sauvignon.
Proviene dall'area francese della Gironda, ed è presente nel Veneto dall'Unità d'Italia. È uno dei gioielli dell'enologia mondiale.
Caratteristiche: colore rosso rubino intenso con riflessi violacei, tende invecchiando al granato. Profumo tipico e vinoso, leggermente erbaceo, con in giovinezza sfumature di lampone.
Invecchiando si affina, diventando più gentile e delicato.
Abbinamenti consigliati: è un classico vino tutto da pasto, sposa gli arrosti, il pollame, la cacciagione, i formaggi invecchiati ed a pasta dura.
Temperatura di servizio: 18 gradi.
 
 
 
Vitigno: Cabernet Franc.
Di origine francese, è presente sui Colli dal 1870, a Lispida. Può essere vinificato in purezza o in uvaggio al massimo del 10%, da aggiungere al Cabernet Sauvignon e/o al Merlot.
Caratteristiche: odore e sapore erbaceo ben persistente, colore rosso rubino intenso o rosso sangue; con l'invecchiamento assume riflessi granata.
Abbinamenti consigliati: sposa le carni di pollame nobile, la cacciagione, gli arrosti ed i formaggi stagionati. Invecchiato, prolunga il piacere della tavola, come vino da meditazione.
Temperatura di servizio: 18 gradi
 
 
 
Vitigno: Uvaggio di Garganega, Serprina e Tocai in percentuali pressoché uguali, con piccole quantità di Pinot bianco, Riesling Italico, Pinello e Chardonnay.
Caratteristiche: colore giallo paglierino, profumo gradevole e delicato che ricorda il gelsomino, sapore secco o amabile, sapido, morbido, pieno, fine e delicato.
Abbinamenti consigliati: ottimo come "bicchiere" fuori pasto, si sposa felicemente con antipasti magri all'italiana, minestre, pesce in genere e formaggi a pasta fresca.
Temperatura di servizio: 10 gradi.

Mappa dei vini

Mappa dei vini nel Veneto

 

1Amarone della valpolicella / 1classico Bagnoli cabernet riserva
Bagnoli cabernet Bagnoli fiularo vendemmia tardiva
Bagnoli friularo Bagnoli merlot riserva
Bagnoli merlot Bagnoli rosso
Bagnoli passito Bagnoli rosso riserva
Bardolino Bardolino classico 
Bardolino superiore (DOCG) Bardolino novello
Bardolino classico superiore  Breganze cabernet riserva
Breganze cabernet / superiore Breganze cabernet sauvignon
Breganze cabernet sauvignon riserva Breganze cabernet sauvignon superiore
Breganze marzemino superiore Breganze marzemino riserva
Breganze pinot nero riserva Breganze pinot nero / superiore
Breganze rosso Breganze rosso superiore
Breganza rosso riserva Colli berici cabernet

Guida ai prodotti locali

Prosciutto Veneto Berico-Euganeo Dop, l'olio Dop, il miele

Prosciutto Veneto Berico-Euganeo Dop
Di “prosciutto veneto” le cronache della Serenissima parlano dal Trecento, di “prosciutto di Padova” dal Seicento, e mangiarlo crudo diventa abituale alla fine dell’Ottocento. Ma la conservazione delle carni sotto sale è un’eredità celtica affinata in epoca romana: la capitale dell’Impero importava gran parte del suo fabbisogno da queste terre, dove la ventilazione costante, determinata dalla vicinanza del mare, crea un microclima ideale per la lavorazione dei prosciutti. La parte più meridionale del parco ricade nella zona di origine di questo salume, Dop dal 1996, che si produce in 24 comuni del Veneto. Si ricava da cosce fresche di suini adulti di razza pregiata (Large White, Duroc) provenienti da allevamenti nazionali e alimentati nell’ultimo periodo con sostanze molto proteiche. Le cosce, con o senza piedino, sono rifilate e salate due volte con sale marino; sono poi spazzolate e appese in appositi locali per circa due mesi. In seguito sono lavate con acqua calda, asciugate, stuccate con un impasto di strutto e farine di cereali e messe a stagionare. Il peso medio, dopo la rifilatura, oscilla fra gli 8 e gli 11 chili. La stagionatura dura 10 mesi. La carne è di colore rosa tendente al rosso con le parti grasse perfettamente bianche. L’aroma è delicato, dolce e fragrante. Per altre informazioni potete contattare il Consorzio del Prosciutto Veneto Berico-Euganeo Dop (Montagnana - Pd, via Campana 8, tel. 0429 81010).

L'olio dop
Un microclima felice fa sì che sui rilievi vulcanici del parco viti e olivi si alternino a boscaglia e l’esistenza, a Cinto Euganeo, di un frantoio del Trecento conferma che l’olivo è coltivato da secoli. La produzione rientra nella Dop Veneto con menzione geografica aggiuntiva Colli Euganei e Berici. Le varietà sono la Rasara, la Marzemino, la Riondella, la Trep o Drop, la Matosso, il Leccino, il Pendolino, il Frantoio e il Maurino. L’extravergine ha colore verde oro da intenso al giallo carico, odore fruttato di varia intensità, sapore fruttato con sensazione di amaro.omega replica

Il miele

IL MIELE


Azienda Agricola La Pignara di Sandro Zancanella

Monselice (Pd)
Via Pignara, 44
Tel. e fax: 0429 72448 / Mob.: 368 291094
Da segnalare per il rosolio di miele d'acacia e i "TUTTAFRUTTA" di melecotognata, fichi, fragola, ciliegia, giuggiole, lamponi, marronata, more mirtilli, pera, pesca, prugne e albicocche.
Di produzione propria: giuggiole, fagioli e olio extra vergine.
 

 

Abbazia di Praglia
Teolo (Pd)
Località Bresseo
Via Abbazia, 7
Tel. 049 9900010
Miele di acacia, miele di castagno, miele di millefiori, miele di bosco. Da segnalare anche per le caramelle al pino e le caramelle al miele.
 

Bravape
Galzignano Terme (Pd)
Via Noiera, 17
Tel. 049 9130162
Miele di millefiori, melata di bosco, miele di castagno. Da segnalare anche per il liquore amaro Mielerbe.
 

Cà Lustra
Cinto Euganeo (Pd)
Località Faedo
Via San Pietro, 50
Tel. 0429 94128
Miele di castagno, miele di tiglio.
 

Luciano Magarotto
Arquà Petrarca (Pd)
Via Commezzare, 36
Tel. 0429 781242
Miele di millefiori, miele di acacia, melata, miele di castagno.